Purtroppo, sia come automobilisti che come conducenti di motoveicoli, ovvero ciclisti o pedoni, siamo tutti a conoscenza dello stato di manutenzione – spesso molto scarsa – delle nostre strade e marciapiedi. Non è raro infatti sentire di danni provocati da buche, avvallamenti nelle strade o marciapiedi dissestati. Tra i danni riportati,  includiamo ad esempio lo pneumatico dell’automobile che si buca o che scoppia a causa di una irregolarità marcata  nell’asfalto stradale. Incidenti frequenti capitano anche ai pedoni, che cadono a causa di marciapiedi il cui stato non è affatto ottimale.

Ma – ciò detto – sappiamo cosa fare, a chi rivolgerci e quale risarcimento pretendere, se si verificano queste situazioni?

Vediamo alcuni casi specifici e quando si verifica, in particolare, la condizione di strada dissestata risarcimento danni.

 

Risarcimento danni buca stradale: chi è responsabile?

Le buche vanno annoverate tra quei fattori che sono diventati l’incubo degli automobilisti. Prendere una buca con l’auto può causarci ovviamente una perdita di tipo economico, anche di una certa entità. Come se non bastasse,  può rovinare i nostri piani di viaggio o far saltare appuntamenti di lavoro o riguardare altre situazioni con conseguenze non piacevoli. Oltre al danno avremo anche la beffa nel caso in cui non potremo far valere i nostri diritti, ricevendo un giusto risarcimento.

Prima di tutto: se ci dovesse succedere un inconveniente del genere, chi è responsabile?

La legge ci dice che, chi è proprietario o tiene in custodia una determinata cosa ne è responsabile. Trattandosi di strade, a meno che non siano private, l’interlocutore a cui rivolgerci per l’evento di strada dissestata risarcimento danni è quindi l’Ente pubblico, a cui dovremo inviare una raccomandata per denunciare l’accaduto.

 

Risarcimento danni buca stradale: come avere più possibilità di ottenere un risarcimento

Va premesso che la casistica di strada dissestata risarcimento danni è particolarmente insidiosa perché, già nel momento in cui si verifica il danno, dovremmo essere pronti a fare una serie di passi in vista di quello che andremo a richiedere.

Analizziamo quindi alcune accortezze che dovremo avere, per aumentare le nostre possibilità di ottenere un risarcimento:

  • Se è il solo mezzo ad aver riportato danni, dobbiamo richiedere l’intervento della forza Pubblica – chiamando quindi la Polizia Stradale, i Carabinieri, la Polizia Municipale (nei centri urbani) che, con il verbale redatto, potranno attestare il fatto;
  • Se abbiamo un danno fisico dobbiamo immediatamente recarci al Pronto Soccorso e farci rilasciare un referto; se impossibilitati a recarci autonomamente è bene sempre chiamare l’ambulanza;
  • È sempre opportuno scattare delle foto, sia della buca e dello stato della strada dissestata che del danno riportato al veicolo;
  • Ove possibile, reperiamo dei testimoni.

Quanto sopra, nonostante gli accorgimenti che provano il fatto ed il danno, possono non bastare, poichè l’automobilista deve anche dimostrare di aver fatto tutto il possibile per evitare la buca. Difatti, il risarcimento danni buca stradale spetta solo all’automobilista che dimostra di essere stato virtuoso ed in quel momento non doveva trovarsi ad aver superato la velocità consentita, non doveva essere distratto perché al cellulare o impegnato ad inviare un sms.

Pertanto, se l’Ente dimostra che la buca era visibile ed evitabile, il risarcimento non sarà concesso.

 

Risarcimento danni per caduta in strada

Anche come pedoni ci troviamo ad affrontare delle insidie simili. Non è raro sentire che persone si siano fatte male cadendo da un marciapiede dissestato o in un avvallamento della strada. Anche qui, come nel caso di strada dissestata risarcimento danni, analizzato in precedenza, è necessario dimostrare che vi sia una effettiva responsabilità dell’Amministrazione.

A tal riguardo ricordiamo di sentenze in cui, nonostante lesioni importanti riportate dal cittadino caduto in strada, sia stato negato il risarcimento. Le motivazioni, in tal caso, possono essere le seguenti:

  • la strada o il marciapiede erano ben illuminati;
  • l’anomalia del manto stradale o del marciapiede erano ben visibili, anche se non segnalati.

In queste situazioni, vedendo negati i propri diritti, alla rabbia subentra anche lo sconforto.

 

Strada dissestata risarcimento danni: cosa fare

Unisciti alla grande “famiglia” di Unione dei Consumatori e diventa un consumatore consapevole, per far valere i tuoi diritti. Chiama al numero 091 6190601, ovvero manda un messaggio sul nostro form: in breve tempo, sarai ricontattato da un nostro consulente.