Prescrizione bollette telefoniche, con la legge di Bilancio 2020 le regole sono cambiate ma non tutti lo sanno.

Così le compagnie continuano a notificare decreti ingiuntivi senza averne diritto, per contratti su cellulari, telefoni fissi, internet e pay-tv.

Ecco cosa prevede la legge in caso di bollette non pagate e quando (e come) è possibile contestarle.

E se sono sono già trascorsi due anni e quindi opera la prescrizione delle fatture telefoniche Tim, Vodafone, Wind Infostrada e Fastweb ma la compagnia non vuole riconoscere i tuoi diritti…

Noi dell’Unione dei Consumatori possiamo risolvere il tuo problema, gratuitamente e subito!

INDICE

Prescrizione bollette telefoniche: cosa dice la legge?

Se un operatore eroga un servizio richiesto dal cliente, ha il diritto di essere pagato. Se l’utente si rifiuta o dimentica di saldare quanto deve, l’azienda fornitrice del servizio può pretenderlo, ma non per sempre: soltanto entro un certo intervallo di tempo, dopodiché tale diritto sarà considerato prescritto.

La prescrizione bollette telefono – trattandosi di un servizio di natura periodica – era fissata a cinque anni.

Tuttavia, la legge di Bilancio 2020 è intervenuta modificando tale regola: anche per la telefonia – così come per luce, gas e acqua – i tempi di prescrizione scadono a due anni dalla data della bolletta.

Tale termine perentorio è valido soltanto per  il gestore: se il cliente, infatti, deve chiedere un rimborso, ha ben 10 anni di tempo per farlo.

Per esempio, se desideri ottenere il rimborso delle somme non dovute versate per la fatturazione 28 giorni dal 2017, sei ancora tempo per partecipare alla nostra azione collettiva!

Accade talvolta che il cliente – ignaro di non essere più obbligato a pagare la fattura – versi quanto richiesto. In questo caso non potrà più chiedere lo storno, anche se è trascorso il tempo di prescrizione delle fatture telefoniche.

 

Attenzione

Prima che scatti la prescrizione bollette telefono, la compagnia può inviare un sollecito formale di pagamento tramite raccomandata A/R o Pec. Tale comunicazione ha il potere di interrompere la prescrizione e farla decorrere da capo.

 

Come contestare la prescrizione fatture telefoniche?

Esistono tantissime ragioni per cui potresti aver deciso di non pagare una bolletta: doppia fatturazione; mancata attivazione o interruzione della linea; attivazione e addebito di servizi non richiesti; desiderio di rateizzazione; applicazione di penali illegittime; etc.

Ma cosa fare per evitare di pagare una fattura non dovuta, senza rischiare assurde pretese da parte del proprio gestore?

Innanzitutto, occorre contestarla nei termini di prescrizione previsti. Inviando un reclamo dettagliato alla compagnia telefonica che deve rispondere entro 45 giorni dalla segnalazione.

È possibile inviare la propria contestazione tramite:

  • sito web, nell’area clienti del portale del gestore
  • chat, sui canali social ufficiali
  • raccomandata A/R e Pec.

 

Ricorda

Se non si contesta nel modo adeguato la fattura ricevuta e l’operatore agisce nei tempi previsti dalla legge, il cliente è obbligato a versare quanto richiesto.

Se invece rientri nei casi di prescrizione, non preoccuparti se ti arriva la lettera del recupero crediti, perché te la faremo annullare. Contattaci e ti aiuteremo!

 

Prescrizione bollette telefoniche, indirizzi e contatti operatori

Il modo migliore per contestare la propria fattura è quello di inoltrare la segnalazione per iscritto, tramite raccomandata A/R o via Pec.

Così è possibile – in caso di mancata risposta dell’operatore e di contenzioso – dimostrare l’avvenuto reclamo e la ricezione da parte della compagnia senza troppi problemi.

Ecco di seguito gli indirizzi e i contatti a cui inoltrare il proprio reclamo.

 

– Prescrizione bollette Tim

Per contestare le bollette Tim, si può chiamare il 187 (utenze fisse), il 191 (clienti business) o il 119 (mobile). L’800 191 101, invece, è dedicato alle medie e grandi aziende.

Da questi numeri, puoi ricevere assistenza tecnica Tim 24 ore su 24 o chiedere informazioni commerciali e amministrative tutti i giorni dalle 7 alle 22.30.

Puoi anche inviare reclami alla Tim con un messaggio nell’area utenti del sito ufficiale, tramite l’app mobile “MyTim”, su WhatsApp al numero 335 123 7272 o sulle pagine social (Facebook e Twitter).

Per la segnalazione in forma scritta:

  • PEC Tim all’indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it
  • Raccomandata A/R Tim indirizzata all’Ufficio reclami Tim, presso:
    • Telecom Italia S.p.A – Servizio Assistenza Clienti – Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (RM) –per i clienti di utenze fisse
    • Tim Servizio Clienti – Casella Postale 555 – 00054 Fiumicino (RM) – per i privati della linea mobile
    • Telecom Italia S.p.A – Servizio Clienti Business – Casella Postale 456 – 00054 Fiumicino (RM) – per tutti i business
  • E-mail Tim scrivendo a caringservizioclienti@telecomitalia.it.

 

– Prescrizione bollette Vodafone

Puoi reclamare a Vodafone Italia chiamando il call center al 190 (per i clienti privati), al 193 (per i clienti Vodafone Exclusive) e al 42323 (per i Vodafone business).

Invece, se preferisci parlare con un operatore Vodafone da un’utenza di altro gestore,  puoi farlo chiamando l’800 100 195 (numero dedicato ai clienti privati) o l’800 227 755 (contatto riservato alle aziende).

Puoi anche mandare un messaggio:

  • nell’area clienti del sito ufficiale
  • sull’App My Vodafone(disponibile per Android, iOS e Windows Phone)
  • su WhatsApp e scrivere a Vodafone al numero 349 91 90 190
  • sulla pagina Facebook(@vodafoneit) o sul profilo Twitter (@VodafoneIT)

In questi casi risponderà alle tue domande il bot automatico Tobi. Vuoi parlare con un operatore senza Tobi? Digita “parlare con operatore” e parlerai con una persona.

Puoi inviare i reclami Vodafone business e residenziali in forma scritta tramite:

  • PEC reclami Vodafone all’indirizzo vodafoneomnitel@pocert.vodafone.it
  • Raccomandata A/R all’indirizzo Servizio Clienti Vodafone:
    • Casella postale 190 – 10015 Ivrea (To) per linee mobile (clienti privati) e clienti business
    • Casella Postale 109 – 14100 ASTIper linea fissa (clienti privati)
  • Fax al numero 800 034 626

 

– Prescrizione bollette Wind Infostrada

Per contestare una fattura Wind Tre Infostrada è possibile chiamare il numero verde 159 (se sei un cliente consumer e professional), o il 139 e il 1928 (se sei un business). Questi numeri sono disponibili tutti giorni h24 per assistenza tecnica e per problemi amministrativi tutti i giorni dalle 8 alle 20.

Inoltre puoi reclamare a Wind on line:

  • aprendo un ticket di assistenza all’interno dell’area clienti per privatibusiness
  • all’interno dell’App “WindTre” o “WindTre Business”, scaricabile sul tuo smartphone
  • inviando un messaggio su FacebookTwitter (taggando @WindTreOfficial)
  • su WhatsApp, al numero dedicato 388 0000159

In questi casi ti risponderà Will (l’assistente digitale). Per bypassarlo, scrivi in chat “parlare con operatore” e la conversazione sarà trasferita a un consulente (umano).

I clienti consumer e professional, possono inviare il reclamo scritto tramite:

  • Raccomandata A/R presso CD MILANO RECAPITO BAGGIO Casella Postale 159 20152 Milano (MI)
  • PEC all’indirizzo servizioclienti159@pec.windtre.it

I clienti business, invece, attraverso:

  • Raccomandata A/R presso Wind Tre S.p.A. Servizio Clienti 1928 Casella Postale n. 14155, Ufficio Postale Milano 65 20152 Milano
  • Raccomandata A/R a Wind Tre S.p.A. Servizio Clienti 139 Casella Postale n. 14155, Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano
  • Pec agli indirizzi CustomerCareWindTreBusiness@pec.windtre.it.

 

– Prescrizione bollette Fastweb

Se sei un cliente privato o una partita Iva, puoi fare un reclamo chiamando il servizio clienti Fastweb al numero 192 193 tutti i giorni della settimana, h24. Se sei un piccola impresa puoi contattare il 192 194, operativo tutti i giorni della settimana dalle 8 alle 24.

Puoi anche fare un reclamo Fastweb:

  • online, collegandoti alla tua area MyFastPage e recandoti nella sezione “Come possiamo aiutarti?” → in questa sezione puoi anche controllare le fasi della gestione del tuo reclamo
  • sull’App My Fastweb per Ios e Android
  • tramite l’assistenza ai clienti su Facebook o taggando @FASTWEBHelp su Twitter
  • al numero 3756497700 per ricevere assistenza dal Supporto Fastweb direttamente su WhatsApp

Il reclamo Fastweb per iscritto può essere inviato tramite:

  • Pec all’indirizzo fastweb@pec.fastweb.it fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it (per le chiusure contrattuali)
  • Raccomandata A/R indirizzata a FASTWEB S.p.A. – Casella Postale n. 126 – 20092, Cinisello Balsamo (MI)
  • Fax al numero 02 454011077.

 

Lo sapevi che…

Se la tua compagnia telefonica pretende da te somme illegittime, è tenuta a risarcirti?

E che puoi cambiare gestore – se il tuo non ti soddisfa – in qualsiasi momento, senza pagare alcuna penale?

Fai rispettare i tuoi diritti, insieme a noi!