Non tutti ne sono a conoscenza – e spesso si lasciano convincere dalle parole delle Compagnie aeree – ma il risarcimento overbooking è un diritto del passeggero. Overbooking è un termine inglese che significa sovra-prenotazione e spesso viene usato dalle Compagnie aeree.

Questa casistica si verifica quando, pur avendo regolarmente prenotato e acquistato il volo, il passeggero si vede negare l’imbarco per mancanza di posto dovuta all’esclusiva responsabilità del Vettore aereo.

Unione dei Consumatori, Associazione specializzata nell’Assistenza online, ha già ottenuto numerose vittorie, supportando passeggeri che hanno effettuato una richiesta di rimborso overbooking.

Di seguito, ti spieghiamo nel dettaglio quali sono i tuoi diritti in caso di imbarco negato e ti consigliamo come muoverti per ottenere il risarcimento overbooking.

 

 

Risarcimento overbooking: i diritti del passeggero

Innanzitutto, in presenza di overbooking, il Vettore aereo è tenuto ad offrire al passeggero un ampio ventaglio di scelte su come essere risarcito.

Difatti, il passeggero può chiedere il rimborso del prezzo del biglietto per la parte di viaggio non usufruita o, in alternativa, essere riprotetto su un nuovo volo con partenza al più presto oppure in una data successiva che sia convenevole per il viaggiatore.

Ancor prima di avanzare la richiesta di rimborso overbooking, il passeggero ha diritto ad essere assistito da parte della Compagnia con:

  • pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa;
  • sistemazione in albergo nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti;
  • trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa.

L’assistenza va, chiaramente, data in precedenza alle persone con mobilità ridotta e ai loro eventuali accompagnatori, nonché ai minori non accompagnati.

Quanto alla compensazione pecuniaria in presenza di una richiesta di risarcimento overbooking, questa è pari a:

  • 250 euro per voli, intracomunitari o internazionali, inferiori o pari a 1.500 chilometri;
  • 400 euro per voli intracomunitari superiori a 1.500 chilometri e per quelli internazionali tra i 1.500 e i 3.500 chilometri;
  • 600 euro per voli internazionali superiori a 3.500 chilometri.

Nel caso in cui il passeggero opti per il viaggio su un volo alternativo il cui orario di arrivo non superi, rispetto al volo prenotato, rispettivamente due, tre o quattro ore, la Compagnia può ridurre le compensazioni del 50% ma non può – in alcun modo(!) – negarle.

 

La compensazione per overbooking

In presenza di rimborso overbooking, la compensazione va pagata in contanti, con assegno bancario o con bonifico. In accordo col passeggero, un’alternativa ulteriore può essere quella di risarcimento con buoni viaggio e/o altri servizi.

Ti diremo di più: il pagamento della compensazione non impedisce al passeggero di avanzare una richiesta di rimborso del danno ulteriore. Si tratta di un’ulteriore possibilità, dettata dall’entità del danno subìto a causa del disservizio.

In particolare, quando avanzi una richiesta di risarcimento overbooking, tieni sempre presente che:

  • hai diritto a ottenere la differenza di prezzo se viaggi in una classe inferiore a quella prenotata;
  • la Compagnia aerea ha sempre il dovere di informarti, in tutto e per tutto, in relazione alle tutele che ti spettano.

 

Cosa ottenere un risarcimento overbooking

Hai aspettato a lungo una risposta (mai arrivata) da parte del Vettore aereo per ottenere un risarcimento overbooking e non sai più come muoverti?

Affidati alla professionalità di Unione dei Consumatori ed entra a far parte della nostra grande famiglia per far valere i tuoi diritti e ricevere tutele.

Faremo valere i tuoi diritti e:

  • Valuteremo gratutamente il tuo caso e ti offriremo orientamento e consulenza
  • Ti faremo ottenere il 100% di risarcimento per il danno subito
  • Metteremo al tuo servizio professionisti specializzati, in grado di risolvere la problematica
  • Ti assisteremo gratuitamente*, sia in ambito stragiudiziale che in fase giudiziale, se necessario

Per ricevere la nostra assistenza per ottenere un risarcimento overbooking, segui queste semplici istruzioni:

Compilalo e invialo su rimborsovoloaereo@unionedeiconsumatori.it.

Allega tutta la documentazione in tuo possesso (prenotazione del volo, carta d’imbarco, carta d’identità di tutti i passeggeri, ricevute di eventuali spese sostenute,) comunicaci qualsiasi informazioni utile ai fini della richiesta.

Un nostro consulente – verificate le condizioni di risarcimento overbooking – ti ricontatterà in breve tempo!

Per ulteriori informazioni: contattaci!

 

*assistenza gratuita riservata esclusivamente ai nostri associati