Introduzione

Mettere in atto un’impugnazione estratto di ruolo o opposizione è un compito assai arduo.

Inoltre, comprendere quali sono i termini e le azioni da attuare in questi casi è di fondamentale importanza per far valere i propri diritti.

Ecco perchè Unione dei Consumatori, può esserti d’aiuto!

Essendo un’Associazione specializzata nell’assistenza on line, forniamo giornalmente il nostro supporto in tema di fisco e tributi.

CONTATTACI SUBITO

INDICE

Cos’è un’impugnazione estratti di ruolo

Innanzitutto, ancor prima di entrare nel vivo della disciplina e di sapere come effettuare un’impugnazione estratti di ruolo, cerchiamo di comprendere con esattezza che cos’è un estratto di ruolo.

Si tratta un documento interno dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione (ex Equitalia) che raccoglie i dati contenuti nella cartella di pagamento che il contribuente è intimato a pagare.

Può quindi trattarsi di una multa non pagata, del bollo di un’autovettura o di una tassa che, erroneamente, abbiamo dimenticato di pagare: l’estratto di ruolo è un vero incubo per il contribuente.

 

Come  si presenta un estratto di ruolo

Oltre a dettagli sul concessionario della riscossione, l’ente creditore, l’ufficio che ha emesso il ruolo, i dati del contribuente e quelli che riguardano il pagamento, l’estratto di ruolo si riconosce per una tabella che contiene le seguenti informazioni:

  • codice identificativo del tributo
  • anno di riferimento
  • carico iscritto a ruolo e il debito residuo

Purtroppo, la gran parte delle volte, queste ultime due voci non coincidono in quanto il debito residuo risulta essere più elevato rispetto al carico originariamente iscritto a ruolo, ciò a causa di:

  • interessi di mora
  • aggio (la differenza, cioè, tra il valore nominale e quello effettivo della somma)
  • spese di notifica ed esecutive