Sicuro di conoscere la vera differenza tra indennizzo e risarcimento?

È importante saper distinguere i due termini, sia per essere un consumatore consapevole che per agire meglio e con le armi giuste in caso di disservizio.

Vediamo allora qual è la differenza tra indennizzo e risarcimento e come gli Utenti vengono tutelati dalla legge nel caso in cui subiscano danni o disagi dai propri Operatori telefonici.

 

Differenza tra indennizzo e risarcimento: quando il disservizio viene rimborsato

Quando viene stipulato un contratto relativo a un’utenza telefonica, il fornitore dei servizi è obbligato a erogarli secondo l’accordo contrattuale: in modo continuato e senza interruzioni.

Non è raro, infatti, che l’Utente riscontri irregolarità con i servizi fatturati. In questo caso, la normativa prevede che al cliente venga corrisposta una somma di denaro come atto riparatore per le mancanze dell’azienda fornitrice, commisurata al disservizio subìto.

Qual è, allora, la differenza tra indennizzo e risarcimento?

 

Disagi o danni all’utenza: differenza tra indennizzo e risarcimento

La differenza tra indennizzo e risarcimento è da ricercare nella natura del contratto e nel tipo di responsabilità imputabile al Gestore telefonico.

Nel momento in cui la Compagnia dei servizi telefonici risulta colpevole di un’inadempienza nei confronti dell’Utente, che però non arreca danni, quest’ultimo può ottenere un indennizzo secondo i termini previsti dalla Carta dei Servizi dell’Operatore con cui si è sottoscritto il contratto.

Che abbia subito un’interruzione del servizio telefonico o un malfunzionamento della linea, il Gestore è comunque obbligato a risarcire il proprio cliente.

Se dovessero verificarsi ulteriori danni, la legge prevede un’ulteriore responsabilità a carico del Gestore, che possiede una natura contrattuale o extracontrattuale (art. 2043 c.c.).

In questo caso si parla di risarcimento, ovvero di una somma di denaro riconosciuta all’Utente per il danno subìto.

Per esempio, se l’interruzione dei servizi dovesse causare un danno al titolare dell’utenza, impossibilitato a usufruire di una linea telefonica fondamentale nel contesto lavorativo, può subentrare l’istituto giuridico del risarcimento economico.

La differenza tra risarcimento e indennizzo, quindi, è la seguente:

  • L’indennizzo ha una funzione riparatoria, non necessariamente proporzionale – in termini economici – al disservizio subìto;
  • Il risarcimento ha lo scopo di riparare a un danno ripristinando la situazione antecedente allo stesso.

In caso di risarcimento, l’importo da corrispondere deve essere proporzionale al danno arrecato.  

 

Differenza tra indennizzo e risarcimento: affidati a noi

Se hai subìto un disservizio o, addirittura, un danno da parte del tuo Gestore telefonico e desideri avvalerti della normativa per far valere i tuoi diritti e ottenere un indennizzo o un risarcimento, puoi affidarti ai nostri esperti.

Puoi avvalerti del nostro aiuto e richiedere il nostro intervento inviando un reclamo scritto al tuo Gestore.

Ti basterà seguire queste semplici istruzioni:

  • Scarica il modulo di reclamo;
  • Compilalo in tutte le sue parti e apponi data e firma;
  • Scansionalo e invialo al tuo Gestore, scegliendo una delle modalità indicate all’interno del modulo;
  • Invia una copia del reclamo, unitamente alla prova dell’avvenuto invio, anche a noi su: telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it.

Se preferisci, puoi contattarci ai numeri 091 6190601 – 370 1220734 (se vuoi, anche inviando un messaggio su Whatsapp). Oppure, invia un messaggio attraverso il nostro form di contatto.

Un nostro consulente analizzerà i problemi relativi alla tua segnalazione e ti ricontatterà in breve tempo per comunicarti cosa è possibile fare.