Risarcimento del danno da interruzione di linea telefonica: il giusto sollievo economico a un problema molto serio, che viene spesso negato.

Non sono rari i casi in cui il cliente si trova in balìa di Operatori che, causato il disservizio, ne ritardano la soluzione o fissano un appuntamento con un tecnico che poi non si presenterà.

Ma c’è di peggio.

Risolta l’interruzione linea telefonica la Compagnia spesso nega l’indennizzo automatico previsto dalla Carta dei Servizi.

Intanto in questo articolo ti parleremo delle corrette modalità per reclamare e ottenere il risarcimento economico che ti è dovuto per il grave disagio subito a causa del guasto .

Buona lettura …

 

 

Gli indennizzi automatici per guasti e interruzione linea

Non tutti sanno che l’Agcom svolge compiti di vigilanza sugli abusi dei Gestori e stabilisce gli indennizzi dovuti per i disservizi, inefficienze e malfunzionamento.

Dal 1 gennaio 2012 i Gestori sono tenuti a corrispondere in maniera automatica alcuni indennizzi mediante accredito, a partire dalla prima fattura successiva all’accertamento del problema.

Nel caso in cui ciò non dovesse avvenire l’utente deve reclamare per richiedere il pagamento dell’indennizzo dovuto.

In questa fase – piuttosto frequente – grazie alla nostra azione qualificata di Associazione dei Consumatori potremo certamente aiutarti ad ottenere un risarcimento economico ben più elevato di quelli previsti nella Carta dei Servizi dei singoli Operatori.

Gli indennizzi automatici sono da corrispondere sempre, che si tratti di un problema tecnico o di una sospensione amministrativa illegittima.

 

Come segnalare un guasto efficacemente: il reclamo scritto

Premesso che l’interruzione linea telefonica causa certamente notevoli disagi, questi sono maggiori se riguardano utenti business. A quest’ultimi, infatti, il disservizio può comportare anche un vero e proprio danno economico.

Vediamo dunque quali passaggi è necessario seguire per avviare la procedura di risarcimento per interruzione linea telefonica.

Se sei qui, sicuramente hai già verificato che il tuo apparecchio telefonico funzioni correttamente e che la disfunzione, quindi, non dipenda da una causa strumentale.

Una volta appurato che è la linea telefonica ad essere interrotta, si può procedere all’invio del reclamo al Gestore di riferimento.

Essenzialmente, le modalità sono due:

  • una prima segnalazione al Gestore attraverso social, mail, assistente digitale come TOBI di Vodafone, e la classica (e spesso snervante) telefonata al servizio clienti. Questi metodi, seppur utili, non sempre si rivelano efficaci;
  • la seconda, che offre una garanzia certa della comunicazione del problema, è quella del reclamo formale. È possibile effettuarlo attraverso PEC, raccomandata A/R o fax e rappresenta la via maestra per far valere i propri diritti di Consumatore.

Noi di Unione dei Consumatori, sappiamo bene come va, perché ogni giorno riceviamo centinaia di richieste d’aiuto.

Quindi forti della nostra esperienza e di una elevata competenza nel settore della telefonia e Pay-Tv, ti consigliamo vivamente di utilizzare la seconda modalità, inoltrando un reclamo scritto al Gestore.

 

Perché inviare un reclamo in caso di interruzione linea telefonica

Molto spesso il singolo consumatore che subisce un disagio viene accolto in un clima di indifferenza o incompetenza da parte del Gestore o dei suoi operatori.

Questo atteggiamento – particolarmente insopportabile perché proviene da chi dovrebbe invece venire incontro alle necessità del cliente – si riscontra anche nei casi più gravi, come quello dell’interruzione della linea telefonica o di Internet.

Se hai già avuto a che fare con il Servizio Clienti del tuo Operatore, questo iter ti sarà familiare:

  1. dopo lunghi minuti di attesa al telefono riesci a contattare un operatore, che però non parla la tua lingua e non può comprendere la reale entità del tuo disagio;
  2. chiedi di parlare con un operatore dell’Unione Europea, ma dopo mezz’ora di attesa cade la linea;
  3. riprovi a chiamare, ma ormai si avvicina l’orario di chiusura del servizio e non risponde più nessuno;
  4. mandi una mail, che rimane senza risposta;
  5. apri il ticket nell’area clienti, che rimane a stagnare senza aggiornamenti sulla progressione della pratica;
  6. viene chiusa la tua segnalazione perché etichettata come “guasto generalizzato”;

In questi casi non dovrai far altro che contattaci per informazioni, un consiglio sulla corretta compilazione del reclamo o per affidarci il tuo caso.

Ce ne occuperemo sgravandoti da ogni pensiero e stress.

 

Come ottenere un risarcimento del danno da interruzione linea telefonica

Molto spesso, purtroppo, non basta nemmeno un reclamo scritto.

La Compagnìa telefonica, infatti, ignorando le lamentele dei clienti, non dà nemmeno risposta alle legittime richieste.

Ecco che l’intervento della nostra Associazione – specializzata in Telefonia – può fare la differenza grazie ad azioni qualificate presso i Corecom o su Conciliaweb.

Nel tuo caso, potremo aiutarti ad ottenere il risarcimento del danno da interruzione linea telefonica che ti spetta, offrendoti i nostri servizi di informazione, consulenza e – se lo vorrai – di assistenza alla controversia.

Quindi, puoi decidere di contattarci prima di inoltrare il reclamo al Gestore:

  • inviandoci un messaggio attraverso il form di contatto,
  • scrivendo in chat;
  • comunicando via WhatsApp al 370 122073
  • telefonando allo 091 6190601.

Un nostro consulente valuterà il tuo problema – sia che si tratti di interruzione servizio telefonico o di interruzione Internet – e ti ricontatterà in breve tempo per guidarti sulle azioni da fare.

Se, invece, ritieni di reclamare subito, 📥 scarica il modulo di reclamo 📥 ◄ adatto al tuo caso e dopo averlo inviato al Gestore inviaci una copia per conoscenza su telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it.

In questo caso, se il tuo fornitore dovesse negarti l’indennizzo che ti spetta faccelo sapere e interverremo in tuo favore e senza costi vivi a tuo carico.


 

Per saperne di più

 

Il risarcimento del danno da interruzione di linea telefonica dovuto a guasto tecnico

Capita spesso che il servizio venga sospeso a causa di generici problemi tecnici alla centrale o alla linea telefonica assente.

In questo caso, bisogna tener presente che l’Operatore gode di una tempo limite – previsto dalla propria Carta dei Servizi – entro il quale deve riattivare il servizio.

Unica eccezione alle tempistiche previste per detta riattivazione è quella relativa a cause non imputabili all’Operatore.

Parliamo, quindi, di una difficoltà oggettiva provata, che in questo caso non dà diritto a un risarcimento del danno da interruzione di linea telefonica.

Ogni singolo Operatore, nella propria Carta dei Servizi, indica le tempistiche previste per i singoli casi di riattivazione degli stessi.

Per quanto attiene il ripristino, in assenza linea telefonica, questo è previsto in un tempo medio di 3 giorni, dalla data del reclamo effettuato dal cliente.

In tema di risarcimento danni Telecom interruzione servizio o linea isolata Telecom, questa Compagnìa – solo per fare un esempio – si impegna a ripristinare i danni alla rete entro il secondo giorno non festivo, successivo a quello in cui ha ricevuto la segnalazione.

Nei casi di telefono isolato Telecom o quando la linea Telecom non funziona, le riparazioni – quando i danni non siano imputabili al cliente – sono totalmente gratuite .

Questi interventi rientrano nella specifica casistica del risarcimento danni Telecom interruzione servizio.

Siamo giunti alla fine del nostro articolo e speriamo di esserti stati di aiuto.

Se desideri condividere con altri lettori la tua esperienza relativa al tuo mancato risarcimento del danno da interruzione di linea telefonica, lascia un commento in basso.