Problemi o disservizi telefonici? Il reclamo scritto è l’unica arma in possesso dei consumatori, per far valere i propri diritti. Ti spiegheremo perché il solo reclamo telefonico non è sufficiente e non è il modo corretto per lamentarsi.

 

Reclami telefonia: saperne di più

Poiché la semplice segnalazione telefonica al servizio clienti – come vedremo – non tutela l’utente, ti aiuteremo a redigere e presentare correttamente un reclamo scritto al Gestore, in tutti i casi di un disservizio telefonicointernet o pay tv subìto, tra i quali – come più frequenti ed importanti – ricordiamo: l’interruzione della linea telefonica, la sospensione del servizio telefonico, la ritardata o mancata attivazione del servizio, la ritardata migrazione del numero ovvero la perdita del numero telefonico.

E difatti, nonostante il primo step utilizzato dalla stragrande maggioranza degli utenti – che tentano disperatamente la risoluzione del problema – rimanga statisticamente la classica chiamata al servizio clienti, l’iter corretto prevede l’invio di un reclamo scritto, a testimonianza dell’avvenuta segnalazione del problema.

Nella pratica, quindi, non solo occorre esporre immediatamente il problema al proprio Gestore ma è indispensabile farlo nelle modalità previste dalla norma utilizzando la prevista comunicazione del disagio/danno subito, onde tutelarsi nei confronti del fornitore dei servizi.

 

Reclami telefonia: perché non presentare un semplice reclamo telefonico

Ci è certamente capitato – e con tutta probabilità ci capiterà ancora – chiamando il call center, di aver avuto come risposta che la nostra segnalazione sul disservizio telefonico in atto, risultava regolarmente presa in carico sui sistemi della “Compagnia” e che il problema sarebbe stato risolto in “tot” giorni.

In tale indefinita circostanza, senza una prova certa (il nostro reclamo scritto), non solo ci siamo dovuti – e probabilmente ci dovremo ancora – fidare di quanto ci è stato promesso dagli operatori del servizio clienti ma, anche di fronte ad un loro corretto modus operandi, abbiamo avuto (e probabilmente avremo) certamente difficoltà nel risalire con certezza alla data della contestazione del disservizio telefonico subìto.

Quanto sopra premesso, quindi, il motivo per cui consigliamo vivamente di presentare un reclamo scritto – e non di fare semplicemente un reclamo telefonico – si sostanzia nei seguenti elementi:

  • la certezza della presa in carico della segnalazione;
  • una data incontestabile;
  • l’avvio corretto di una azione – quella della presentazione di un reclamo scritto – che varrà domani, in fase di conciliazione o di contenzioso, come data ufficiale per calcolare l’indennizzo (cosiddetto risarcimento economico), previsto per legge in tuo favore.

Il reclamo scritto, quindi, rappresenta una necessità giuridica nei casi in cui si abbia diritto ad un risarcimento economico per il disservizio telefonico – internet – pay tv riscontrato, in quanto la data di invio del reclamo viene formalmente riconosciuta come la data certa nella quale si è verificato il disservizio e dunque, a partire dalla quale il consumatore/utente dovrà ricevere un risarcimento economico per i danni subìti.

 

Reclami telefonia: cosa deve contenere un reclamo e come si deve inviare

Redigere un reclamo è molto semplice e non occorre compilare moduli sofisticati: in teoria basterebbe anche una semplice lettera di reclamo in carta bianca, purché firmata, datata e nella quale siano riportati i motivi della segnalazione effettuata.

La comunicazione scritta, contenente i dati fondamentali sopra indicati, può essere inviata – generalmente – a mezzo PEC, raccomandata A/R o fax alla Compagnìa telefonica che fornisce il Servizio.

 

Reclami telefonia: ecco come possiamo aiutarti

Scarica gratuitamente i moduli di reclamo precompilati, suddivisi per singoli casi e per Gestore telefonico. solo per citare quelli riferiti ai Gestori più importanti, troverai i reclami Telecom / TimWindInfostradaTreVodafone FastwebTiscali Linkem BT ItaliaSky e Mediaset Premium.

Segui le istruzioni ed inoltraci  copia del reclamo inviato al tuo Gestore (con evidenza dell’invio) su telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it o su unionedeiconsumatori@pec.libero.it (su utilizzi una Pec).

Ti avvarrai del nostro servizio di assistenza a costo zero, grazie al quale – velocemente e con competenza – otterrai ragione ed un risarcimento economico per il danno subìto!

Se hai difficoltà nella compilazione o nell’invio, contattaci ai numeri 091 6190601 –  370 1220734 (anche WhatsApp) o invia un messaggio sul form dedicato.