Introduzione

Il tuo Gestore ha emesso una penale cambio Operatore che credi sia non dovuta?

Oppure hai intenzione di cambiare Compagnia Telefonica, ma non sai se comporta delle penali?

Sei nel posto giusto, perchè Unione dei Consumatori è un’associazione specializzata nel settore che farà valere le tue ragioni e tutelerà i tuoi diritti.

Valuteremo perchè hai ricevuto la penale per cambio Gestore telefonico fisso / mobile, ti aiuteremo a scrivere un reclamo efficace che ti permetta di non pagare le penali e otterrai il loro rimborso.
CONTATTACI SUBITO

INDICE

La normativa sulla penale cambio Operatore telefonico

Quando si verificano le penali per cambio operatore come fare per ottenere giustizia?

Grazie all’intervento dell’Agcom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) che nel 2018 ha emesso la delibera 204/18/CONS, sono state modificate le norme inerenti il recesso, i relativi costi e la regolamentazione a tutela dell’utente.

La normativa pertanto regola anche la portabilità, il trasloco e la penale cambio Operatore. Le stesse regole valgono per il servizio voce, per Internet e anche per le Pay-Tv.

In pratica, sono stati introdotti:

  • un tetto per i costi di disattivazione
  • la portabilità del credito residuo
  • delle regole per la scontistica
  • la liberalizzazione del pagamento a rate

 

disservizio Wind

Stanco di subire disservizi?

Se cerchi un operatore più affidabile, noi possiamo aiutarti!
Valutiamo la trasparenza dei contratti, verificandone i vincoli e le penali previste.
Affidandoti a noi, potrai risparmiare scegliendo una tariffa più vantaggiosa e sarai al riparo da “amare sorprese”

Scopri di più

 

Penale per cambio Operatore mobile

In linea generale, la portabilità da un Operatore all’altro nel settore mobile è completamente gratuita, anche se possono esserci delle voci di spesa differenti come l’acquisto di smartphone o altri dispositivi presi a rate.

In questo caso, potrai decidere se mantenerli, continuando con il pagamento frazionato o pagare tutto in un’unica soluzione.

Se decidi di esercitare il diritto di recesso in anticipo rispetto al tempo minimo di permanenza previsto – in genere tra i 24 e i 30 mesi – dovrai pagare i mesi rimanenti anche se non usufruisci del servizio.

Un’altra voce di spesa che può presentarsi è quella delle promozioni, che solitamente scontano il canone di attivazione.

Queste, in caso di cambio operatore, potrebbero esserti addebitate per intero, calcolando i mesi non usufruiti fino alla fine del contratto.

Per tutti questo motivi, prima di richiedere la migrazione ad altro Gestore, ti consigliamo di controllare bene il tuo contratto, oppure chiedere informazioni in merito al call center.

 

Lo sapevi che…

Se il tuo operatore decide di modificare le condizioni della tua offerta, aumentandone ad esempio il canone mensile, è tenuto ad avvisarti almeno 30 giorni prima che la variazione diventi effettiva.

Se non sei convinto delle nuove condizioni, puoi richiedere alla Compagnia il recesso senza penali.

 

Penale per cambio Gestore telefonico fisso

Quando si tratta di linea fissa, invece, ci sono le spese di disattivazione che rendono il passaggio ad altro Operatore più oneroso rispetto alla linea mobile.

Anche in questo caso, però, generalmente le Compagnie telefoniche impongono su Adsl e Fibra ottica una permanenza minima di 24 mesi.

Alla scadenza, dunque, sarà possibile effettuare la migrazione senza pagare penali per cambio Operatore.

In tutti i casi, il costo di recesso di un contratto non potrà essere superiore al canone mensile da te pagato e gli sconti del quale hai usufruito non potranno essere restituiti al Gestore.

I costi di disattivazione variano molto da una Compagnia all’altra, riportiamo di seguito quelli dei principali Gestori italiani:

  • Tim: 5 euro il trasloco, 30 euro per la cessazione della linea
  • Vodafone: 28 euro sia per il trasloco che per la cessazione della linea
  • WindTre, Fastweb e Tiscali: sia in caso di trasloco che di cessazione il costo della disattivazione è pari ad una mensilità del canone

 

disdetta Fastweb

La disdetta (senza penale) per disservizi

Se vuoi fare disdetta perchè stai subendo un disservizio, per evitare la penale cambio operatore, dovrai prima dimostrare l’inadempienza del Gestore.

Quindi, segnala tempestivamente il problema alla compagnia, e richiedi il ripristino del servizio alle condizioni stabilite da contratto.

Se la compagnia non dovesse rispondere o a seguito della disdetta dovesse applicarti delle penali, contattaci subito!

 

Segnalaci il tuo problema

 

Come inviare un reclamo per penale cambio Operatore

Se dovessero addebitarti dei costi extra oppure una penale per cambio Operatore telefonico non dovuta, è necessario reclamare.

Una prima segnalazione può essere fatta chiamando il call center, scrivendo nell’area clienti del sito ufficiale, sull’App mobile o sulle pagine social del Gestore.

Noi di Unione dei Consumatori però, consigliamo di inviare un reclamo in forma scritta tramite Pec, Fax o Raccomandata A/R.

Questa modalità ti permetterà di specificare nel dettaglio la contestazione della penale cambio Gestore telefonico.

Inoltre fornisce la data certa dell’invio e ricezione del reclamo e avvia una richiesta di risarcimento o rimborso.

 

Ricorda

Inviato il reclamo scritto, il Gestore dovrà risponderti entro 45 giorni. Se dovesse farlo oltre tale termine o rispondendo con una modalità diversa da quella scritta o genericamente con frasi stereotipate o risposte evasive, dovrà riconoscerti un indennizzo economico di € 2,50 al giorno e fino a un massimo di € 300,00, calcolato in proporzione ai giorni di ritardo.