Rimborso Telecom – Tim: esistono tantissime occasioni in cui è possibile pretenderlo!

Ecco quando fare richiesta rimborso Tim, come ottenere un risarcimento danni oppure il rimborso delle somme addebitate con la fatturazione a 28 giorni.

Se la tua compagnia non risponde ai tuoi reclami, non rimedia ai guasti o non ti accredita quanto ti deve…

Noi dell’Unione dei Consumatori possiamo risolvere subito il tuo problema, gratuitamente!

INDICE

Rimborso Telecom – Tim: quando spetta?

Puoi chiedere il rimborso Telecom per guasto, disservizio o errori nella fatturazione o servizi non richiesti (TimVision, premio fedeltà, contributo attivazione check-up sicurezza light, etc).

Nel caso in cui la negligenza di Tim ti avesse arrecato dei danni patrimoniali e non, potrai chiedere anche il risarcimento danni.

 

– Rimborso Telecom per ritardo trasloco Tim e mancata attivazione della linea

Se hai chiesto il trasloco Tim, oppure l’attivazione di una nuova linea telefonica, e la compagnia non è riuscita a rispettare quanto promesso entro 10 giorni, allora puoi chiedere un indennizzo.

A quanto ammonta? Basta calcolare 7,80 euro per ogni giorno di ritardo.

 

– Risarcimento Tim per cambio numero

Per ragioni meramente tecniche, Telecom può cambiare il tuo numero di telefono.

Quando questo accade, gli utenti hanno grandi difficoltà a non arrabbiarsi: a chi piacerebbe dover telefonare a tutta la rubrica per fornire un nuovo numero?

In questi casi la compagnia è obbligata a darne comunicazione con almeno 90 giorni d’anticipo, fornendo il nuovo numero non meno di 45 giorni prima che quello vecchio cessi di funzionare.

Se queste comunicazioni mancano, l’utente ha diritto a 7,80 euro per ogni giorno di ritardo.

 

– Richiesta indennizzo Tim per errore dell’operatore

Chi sbaglia ha il dovere di rimediare:

  • se l’operatore ha sbagliato nell’inserimento del tuo nome o del tuo numero telefonico nell’elenco dell’area geografica di appartenenza, puoi ottenere 37,08 euro
  • se nello stesso elenco ha omesso i tuoi dati, puoi ottenere 74,16 euro
  • se il servizio ti viene sospeso per errore, allora ti spettano 7,80 euro per ogni giorno di sospensione.

 

Lo sapevi che…

Telecom ti ha sempre addebitato, ogni anno, 3,90 euro per fornirti una copia dell’elenco telefonico cartaceo, anche qualora non l’avessi ricevuto?

Contattaci per ottenere il tuo rimborso gratuitamente!

 

– Rimborso Telecom per disservizi internet

Hai diritto alla richiesta rimborso Telecom-Tim quando:

  • l’attivazione della tua linea ADSL senza modem avviene dopo 30 giorni dalla tua domanda
  • l’attivazione della tua linea ADSL con modem e della tua Alice Voice e IPTV avviene oltre 50 giorni dalla tua richiesta
  • l’attivazione della tua Fibra avviene oltre 60 giorni dalla tua domanda.

L’indennizzo si calcola in 2 euro per ogni giorno lavorativo di ritardo – fino a un massimo di 40 euro – se la tua è una connessione internet a consumo.

Puoi pretendere 5 euro al giorno – fino a un massimo di 100 euro – se hai firmato il tuo contratto per ricevere internet Flat o Semi Flat.

H3 – Rimborsi Telecom per problemi nella fatturazione: doppia bolletta, addebiti per servizi non richiesti e fatturazione a 28 giorni

Puoi avanzare richiesta di indennizzo Telecom-Tim anche quando in fattura ti ritrovi a pagare più di quanto avevi previsto.

Questo può accadere se Tim ti invia due copie della stessa bolletta. Oppure se ti addebita dei costi per servizi mai richiesti (es. bonus fedeltà Tim).

 

Attenzione

Alcuni servizi offerti gratuitamente al momento dell’attivazione dell’utenza telefonica diventano dopo poco a pagamento.

Sei caduto nella trappola? Non preoccuparti, possiamo aiutarti noi!
Scopri di più leggendo il nostro articolo.

 

Inoltre, il 95% dei clienti può ancora chiedere il rimborso canone Telecom perché la compagnia, per guadagnare cifre astronomiche in pochissimo tempo, ha deciso di fatturare ogni 28 giorni piuttosto che 30 nel 2017 e nel 2018.

Morale della favola? Ogni utente ha pagato una mensilità in più per ogni anno!

Cosa aspetti? Non rinunciare ai tuoi diritti! Contattaci e senza darti pensieri ti faremo ottenere ciò che ti è stato sottratto indebitamente.

 

Come denunciare un disservizio Tim?

Per ottenere un rimborso disservizi Telecom-Tim occorre prima segnalare l’inconveniente:

  • per telefono, chiamando il 187 (utenze fisse), il 191 (clienti business), il 119 (clienti mobile) o l’800 191 101 (grandi aziende)
  • online tramite l’App MyTim o l’area clienti del sito web della compagnia. Oppure sulle pagine social ufficiali dell’operatore o inviando un messaggio su WhatsApp al 335 123 7272
  • presentando il reclamo tramite Pec a telecomitalia@pec.telecomitalia.it o fax ai numeri 800 000 187 per i privati della linea fissa – 800 600 119 per i privati della linea mobile – 800 000 191 per i clienti business
  • inviando l’apposito modulo tramite raccomandata A/R a:
    • Telecom Italia S.p.A – Servizio Assistenza Clienti – Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (RM) – per i clienti di utenze fisse
    • Tim Servizio Clienti – Casella Postale 555 – 00054 Fiumicino (RM) – per i privati della linea mobile
    • Telecom Italia S.p.A – Servizio Clienti Business – Casella Postale 456 – 00054 Fiumicino (RM) – per tutti i business.

 

Il reclamo in forma scritta ti dà l’opportunità di dimostrare di averlo davvero inviato in caso di contenzioso e, per questo, ti consigliamo di preferirlo.

 

Puoi scaricare e utilizzare l’apposito modulo reclamo Tim per segnalare il tuo disservizio.

Non riesci a compilarlo? Contattaci per ricevere il nostro aiuto gratuitamente!

 

– Cosa fare se Tim non risponde a un reclamo?

Tim è obbligata a rispondere al tuo reclamo entro e non oltre 45 giorni dalla ricezione della segnalazione.

E deve farlo in modo chiaro ed esaustivo, utilizzando lo stesso tuo mezzo.

Non lo ha fatto in tempo e nel modo giusto?

Allora, oltre al rimborso per disservizio Telecom, ti spetta anche un indennizzo per mancata risposta al reclamo!

Per ottenerlo puoi rivolgerti a noi per ricevere fino a 300 euro già soltanto per la mancata risposta.

 

– Cosa fare se Telecom non ripara il guasto?

Spesso, quando un utente segnala un guasto a Telecom, accade che l’operatore prometta un intervento che poi non avviene mai.

Secondo la Carta dei Servizi, la compagnia telefonica è obbligata a rimediare al guasto entro 2 giorni dalla segnalazione. Dopodiché deve corrispondere un indennizzo per il disagio.

Attendi la riparazione da più di due giorni lavorativi e Telecom non intende risarcirti?

Contattaci subito. Ti garantiremo gratuitamente l’attivazione di un procedimento d’urgenza per obbligare la Tim/Telecom a ripristinare velocemente il guasto.

 

Come chiedere rimborso bollette Tim-Telecom?

Come avrai capito, esistono tante ragioni per cui puoi fare richiesta risarcimento Telecom o richiesta indennizzo Telecom.

E avrai capito anche che, in caso ti fossero addebitati costi non dovuti in bolletta, puoi chiedere che ti vengano restituiti.

Per esempio: puoi chiedere subito il tuo rimborso Tim fisso se la compagnia ha emesso le fatture ogni 28 giorni e non ogni 30, come si era impegnata a fare sul contratto.

Nel caso della fatturazione a 28 giorni, tra l’altro, il Consiglio di Stato – a seguito della condanna delle compagnie telefoniche – ha ordinato loro di emettere il rimborso automaticamente, anche in assenza di specifiche richieste dei clienti.

Ma, come accade il più delle volte in questi casi, gli operatori hanno fatto finta di non sentire.

Il 95% degli italiani aventi diritto al rimborso Telecom per fatture a 28 giorni non lo ha ancora ricevuto!

Puoi chiedere il rimborso bollette Tim-Telecom:

  • contattando il servizio clienti al 187
  • accedendo all’area MyTim del sito della compagnia
  • inviando una raccomandata A/R (all’indirizzo: Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino – Roma o via Gaetano Negri nr. 1 – 20123 – Milano) oppure una Pec (all’indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it).

 

– Cosa scrivere nella richiesta rimborso Tim 28 giorni?

Per la fatturazione a 28 giorni, puoi chiedere il rimborso Telecom sul sito web inserendo – nel percorso dedicato – questa formula:

“Secondo quanto previsto dalla delibera Agcom 269/18/CONS, chiedo il rimborso dell’importo relativo ai giorni erosi con la fatturazione a 28 giorni, nel periodo decorrente dal 23 giugno 2017 fino al ripristino della fatturazione mensile”.

Oppure puoi inviare la tua richiesta in forma scritta tramite raccomandata A/R o PEC avendo cura di inserire:

  • dati personali
  • dati del contratto (codice cliente, data in cui è stato sottoscritto, etc.)
  • descrizione dell’ingiustizia subita
  • richiesta di rimborso Telecom per fatturazione a 28 giorni, in ottemperanza alla delibera dell’Agcom
  • IBAN del conto corrente su cui Tim dovrà accreditare il rimborso.

Puoi utilizzare il nostro modulo rimborso Telecom e seguire la nostra guida. Se hai difficoltà, possiamo aiutarti gratuitamente a compilarlo e a farti evitare cocenti delusioni.

Perché purtroppo le richieste degli utenti vengono frequentemente ignorate, se non possono consentire ulteriori guadagni o addirittura dei rimborsi!

 

Ricorda

Puoi scegliere di ricevere il rimborso Tim fisso per la fatturazione a 28 giorni anche sottoforma di servizi. Telecom è disposta ad attivare gratuitamente per 6 mesi sulla tua utenza:

  • TIMVISION – la TV di TIM
  • Chi è – per visualizzare il numero di chi chiama sul display del telefono di casa
  • Extra Voice – per chiamare senza limiti i telefoni nazionali fissi e mobili
  • Voce internazionale – per chiamare senza limiti i telefoni fissi di Stati Uniti, Canada ed Europa occidentale
  • Max Speed – per sfruttare al massimo la connessione internet e navigare fino a 100 Mbit/s (per i clienti che già navigano con tecnologia FTTCab fino a 30MB, chiama il Servizio Clienti linea fissa 187 per verificare la compatibilità con la tua offerta).

Al termine dei 6 mesi, l’offerta sarà disattivata automaticamente senza alcun costo.