Telefono muto è un’espressione che indica un guasto alla rete o all’apparecchio.

Questa circostanza, purtroppo, rappresenta un disservizio telefonico molto frequente che si manifesta in due modi:

  • alzare la cornetta per rispondere e non sentire nulla
  • provare a chiamare e ritrovarsi col telefono muto.

Ma può pure accadere che il telefono fisso non funziona o il telefono è muto ma l’Adsl funziona.

Rimane sempre tutto molto fastidioso.

La buona notizia è che, se ci leggi per un disservizio in atto, sei proprio nel posto giusto perché siamo Associazione dei Consumatori, specializzata nella risoluzione dei problemi di Telefonia.

Contattaci:

  • valuteremo il tuo problema
  • ti aiuteremo a risolverlo in tempi rapidi
  • otterrai un risarcimento economico per i disagi subiti.

Scopri cosa dicono di noi gli utenti che si sono già avvalsi del nostro supporto:

 

📝 CONTATTACI SUBITO

 

Nell’articolo spieghiamo perché il telefono non funziona e quando tale disservizio dipende dalla fibra.

 

 

Cosa fare quando il telefono è muto

Uno dei disservizi telefonici più ricorrenti è, per l’appunto, quando il segnale telefonico è assente.

Nei casi di telefono muto, generalmente, non si riesce a chiamare, ma neanche a ricevere.

Per capire quale tipo di guasto è presente, la prima cosa da fare è quella di controllare tutti gli altri apparecchi telefonici eventualmente presenti nella propria abitazione.

Questo per capire se il guasto dipende dall’apparecchio o dalla linea telefonica.

Se, in seguito alle varie prove, i problemi rimangono, bisogna fare una segnalazione al proprio Gestore telefonico e, considerato che il telefono fisso non funziona, occorrerà effettuare la segnalazione con un altro apparecchio, magari da cellulare.

La comunicazione effettuata dovrà contenere una serie di indicazioni, tra le quali il numero di telefono fisso per il quale si sta facendo la segnalazione.

 

Le possibili cause del telefono muto

Quando il telefono non funziona bisogna anzitutto ricercarne le cause, perché queste possono essere differenti.

Tra le più frequenti, rientrano:

  • un malfunzionamento tecnico della linea
  • problemi alla fibra ottica, per la numerazione voip
  • problemi al modem, nel caso della fibra
  • la mancata attivazione della linea telefonica
  • il ritardo nella portabilità del numero.

Prima di inoltrare una segnalazione di guasto al Gestore è opportuno tentare delle prove e verificare se il telefono muto è un problema riconducibile alla propria abitazione o dipende da cause esterne.

Nel compiere detti tentativi puoi provare a staccare tutti i telefoni dalle prese, spegnere il modem e collegare un telefono tradizionale (quindi non un cordless) alla presa principale.

Se il tuo telefono muto è tornato funzionante, allora il problema era riconducibile ad un filtro o ad un altro problema tecnico dell’impianto telefonico.

 

Telefono muto per sospensione del servizio telefonico

Il telefono muto può anche essere conseguenza di un provvedimento amministrativo messo in atto dal Gestore e che nulla ha a che vedere con un guasto tecnico.

Questa sospensione può essere legittima o illegittima.

È legittima quando l’Operatore telefonico ha preavvisato il consumatore con sufficiente anticipo e quando il cliente non è in regola con il pagamento di una sola fattura.

Verifica quindi il pagamento delle fatture, in quanto per poter procedere alla sospensione del servizio telefonico, l’Operatore non può considerare come un motivo valido una sola fattura non pagata.

Sono illegittimi i casi di sospensione del servizio telefonico quando:

  • il cliente provvede al pagamento di fatture entro 15 giorni dopo la scadenza
  • vi è un pagamento parziale di una o più fatture su un importo contestato. È questo il caso di fatturazioni maggiorate rispetto al contratto stipulato per spese extra, e per le quali il consumatore ha deciso di effettuare un pagamento parziale, in attesa di verifiche
  • le fatture sono state correttamente pagate dal cliente ma non efficientemente contabilizzate dal gestore telefonico;

In caso di telefono muto per sospensione del servizio telefonico, l’Operatore deve avvisare il cliente con almeno due settimane di anticipo e ciò per potergli dare la possibilità di procedere al pagamento richiesto.

Quando il telefono non funziona ed in presenza di una sospensione illegittima, l’utente ha diritto a un:

  • immediato ripristino del servizio
  • risarcimento economico, per i disagi subiti a causa del disservizio.

 

L’indennizzo previsto per disservizio

La prima cosa da fare quando si riscontra il telefono muto è quella di effettuare una segnalazione all’Operatore.

L’assistenza dovrebbe tempestivamente controllare se il problema è riconducibile a una propria responsabilità o al modem.

Una prima segnalazione può avvenire anche tramite una chiamata al Servizio Clienti, l’apertura di un ticket sul sito dell’Operatore o una comunicazione sulle pagine social.

Il nostro consiglio però è quello di formulare un formale reclamo in forma scritta, poiché ti consente di:

  • informare il Gestore del tuo problema in modo certo
  • dare prova certa dell’avvenuta lamentela
  • ricostruire in modo completo i fatti
  • ottenere un equo indennizzo economico

Potrai inviare il tuo reclamo tramite PEC, Raccomandata A/R o Fax (in fondo alla pagina potrai scaricare il nostro modulo).

Dopo aver inviato il reclamo, il Gestore, non solo è obbligato a rispondere entro 45 giorni, ma deve farlo in ogni caso: risposta positiva o negativa che sia!

Se non dovesse farlo o la risposta dovesse essere vaga o incompleta, il cliente avrà diritto a un ulteriore risarcimento per “mancata risposta al reclamo”.

Ogni Compagnia telefonica indica nella propria Carta dei Servizi i tempi che l’Operatore si impegna a rispettare nella risoluzione dei vari problemi.

Quando il telefono fisso non funziona, il Gestore ha l’obbligo di risolvere il disservizio segnalato, generalmente, entro 48 ore e – se non lo fa – deve corrispondere al cliente un indennizzo automatico.

Quest’ultimo viene determinato nella misura economica stabilità da ogni Operatore nella propria Carta dei Servizi ed è proporzionale ai giorni di disservizio.

 

Perché affidarti a noi!

Sei alle prese con un disservizio che comporta il telefono muto o il segnale telefonico assente?

Hai inoltrato una segnalazione all’Operatore, ma non hai ricevuto adeguata assistenza?

Vuoi sapere quanto ti spetta come indennizzo e come richiederlo?

Rivolgiti a Unione dei Consumatori e fai valere i tuoi diritti.

Contattaci subito:

  • ti daremo tutte le informazioni di cui necessiti
  • ti aiuteremo a scrivere il reclamo controllando che contenga le informazioni veramente importanti
  • ci occuperemo di calcolare subito l’indennizzo economico che ti spetta
  • potrai avvalerti del nostro servizio di invio gratuito del reclamo tramite fax e pec
  • analizzeremo il tuo problema per verificare se è assistibile nella fase di contenzioso

Inoltre, se il Gestore non dovesse risponderti o dare seguito alle tue richieste e ci affiderai il caso:

  • nei casi di sospensione del servizio, ci attiveremo per il suo ripristino urgente
  • ci occuperemo interamente della fase di conciliazione (dalla redazione delle memorie al deposito dell’istanza e della sua trattazione presso i Co.Re.Com. sul conciliaweb)sgravandoti da ogni pensiero.
  • ti faremo ottenere il giusto indennizzo che ti è dovuto per i disagi subìti
[/su_list]

Per reclamare, segui queste semplici istruzioni:

📥 MODULO DI RECLAMO

(per ogni Gestore)

  • compilalo e invialo al Gestore, secondo le modalità indicate
  • inoltrane copia a telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it

I nostri avvocati valuteranno il caso e sarai ricontattato in tempi brevi per informarti come risolvere il problema.

Richiedici assistenza

e saremo al tuo fianco!

📝 CONTATTACI SUBITO


 

Per saperne di più

Telefono muto a causa di Adsl non funzionante

Per verificare che il telefono fisso muto dipenda o meno da problemi collegati alla linea Adsl si possono fare altre prove, collegate al modem:

  • provare con la classica prova del 10 secondi, ovvero spegnere il modem e attendere 10 secondi prima di riattivarlo
  • controllare che tutti i cavi siano ben collegati
  • verificare che il modem sia posizionato su di una superficie stabile e ben areata
  • controllare che le porte del modem non siano ostruite.

Se il modem presenta le spie lampeggianti, spente o rosse vuol dire che c’è un problema di connessione.

  • Lo Speed Test

La prima cosa da fare quando la linea Adsl non funziona, e ciò spesso è in concomitanza del telefono muto, è lo Speed Test, ovvero il test della velocità.

Ogni contratto prevede una determinata velocità a cui la connessione dovrebbe andare o, quantomeno, dovrebbe avvicinarsi.

Attraverso lo Speed Test sarà possibile conoscere tre parametri:

  1. il ping, è il tempo che un pacchetto dati impiega per raggiungere il server e tornare indietro. Questo, viene indicato in millisecondi: più sarà basso maggiori saranno le difficoltà di connessione ad internet
  2. velocità di download, ovvero quanti megabit al secondo vengono scaricati sul proprio computer: questi vengono indicati col simbolo Mbps, ovvero megabit per secondo. Minori sono i megabit maggiori saranno le probabilità di problemi di connessione
  3. velocità di upload, sempre indicata in Mbps, che in genere è più bassa rispetto a quella in download.

Lo Speed Test va fatto provando più computer e dispositivi: magari provandone uno da rete fissa e uno wireless.

  • Il Ne.Me.Sys

Un altro test da effettuare quando si riscontra un telefono muto è il Ne.Me.Sys. Questo test, contrariamente al precedente, richiede molto più tempo ma è anche più affidabile. Inoltre, è garantito dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Si tratta quindi di un software ufficiale certificato, ma a disposizione gratuita degli utenti tramite un servizio open source.

Questo test comprende diversi speedtest al suo interno e il tempo di valutazione può arrivare anche ad un intera giornata.

Una volta terminato il test sarà possibile scaricare in formato pdf il risultato.

Si ottiene, quindi, un documento ufficiale – da poter utilizzare in caso della prima segnalazione all’Operatore – contenente sia i risultati ottenuti che i dati del cliente.