Sei vittima di disservizi con il Gestore telefonico o pay tv?

Sempre più spesso, ci capita di avere disservizi e problemi vari con le Aziende che operano nel campo delle Telecomunicazioni.

Difatti, malfunzionamenti o sospensione dei servizi, errata o ingiustificata fatturazione, consumi anomali in bolletta, mancata conformità alle condizioni contrattuali pattuite – anche nei casi di morosità pendenti – sono tutte anomalie che con elevata frequenza gli utenti riscontrano durante l’erogazione dei servizi.

 

I casi in cui è previsto l’indennizzo

Ecco i casi più frequenti – sui quali potrai approfondire leggendo gli articoli che seguono – per i quali è previsto un indennizzo (c.d. risarcimento economico), salvo il maggior danno:

 

Cosa puoi fare

Ogniqualvolta si verifica un disservizio telefonico, vanno contattati immediatamente la Compagnìa o il Gestore Pay Tv. Al riguardo, consigliamo sempre di attuare tale comunicazione attraverso l’invio un reclamo scritto.

In realtà, non sempre – seppur si sia reclamato – si riesce a risolvere il problema in tempi brevi ed a ottenere il risarcimento economico previsto per legge, a seguito del danno subito.

Come abbiamo visto, i casi di disservizio sono molti e tra i tanti, addirittura, (ma il condizionale è d’obbligo) quelli che riguardano consumi anomali in bolletta dovrebbe essere gestiti dallo stesso Operatore che dovrebbe avvisare per tempo il cliente e sospendere il servizio a scopi precauzionali.

Nella pratica ciò, molto spesso, non avviene ed in taluni casi – addirittura – si potrebbe configurare una responsabilità per inadempienza contrattuale da parte del Gestore.

 

La nostra azione

Unione dei Consumatori ti tutela nei disservizi telefonici ed in quelli relativi alla Pay Tv, come Sky o Mediaset Premium.

La nostra Associazione – considerata la grande diffusione del fenomeno – si occupa del tema avviando una “Campagna Nazionale” in difesa dei Consumatori, finalizzata a farti ottenere:

  • ragione ;
  • ristoro economico, attraverso un equo risarcimento per il disagio o danno subito.

Il tesseramento richiesto per la valutazione del caso proposto, prevede una quota associativa a contributo libero; la tessera è valida un anno e non comporta obbligo di rinnovo.

Iscriviti ed avrai diritto alla informazione e consulenza gratuita da parte dei nostri esperti che stabiliranno l’entità del disagio o del danno subito e ti indicheranno come ottenere il risarcimento economico previsto dalla legge, in tuo favore.

 

Quali documenti servono

Trasmettici ogni utile documento che possa attestare il disservizio avuto.

Se hai già effettuato un reclamo telefonico comunicaci quanti più elementi possibili, tra i seguenti:

  • il numero dell’operatore con cui hai conversato;
  • la data della segnalazione;
  • il nr di ticket assegnato;
  • il numero al quale è stata effettuata la telefonata di reclamo;
  • l’utenza telefonica dalla quale è stata effettuata.

Se, invece, non hai ancora fatto il reclamo scarica qui il modulo e procedi all’invio, seguendo le istruzioni dettagliate all’interno. Se hai difficoltà, non esitare a richiedere il nostro servizio di trasmissione Fax e Pec gratuito.

Ecco come effettuare l’iscrizione online

Se desideri avere maggiori delucidazioni, chiamaci ai numeri 091 6190601 / 370 1220734 (solo whatsapp) o inviaci un messaggio e sarai ricontattato in tempi brevi.

[Total: 71 Average: 4.5]