Uno sguardo al problema

Disdetta Tim – Telecom, ecco tutto quello che devi sapere per inviarla nel modo corretto e il modulo precompilato.

Hai già inoltrato la tua disdetta linea telefonica Tim – Telecom ma continui a ricevere fatture?

Il gestore ti ha addebitato una penale o altri costi illegittimi a seguito della tua richiesta?

Hai reclamato alla compagnia ma non ricevi risposta, oppure ricevi promesse che non vengono mai mantenute?

Noi dell’Unione dei Consumatori risolveremo il tuo problema gratuitamente e in tempi brevi!

RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA

INDICE

Disdetta Telecom – Tim: cosa dice la legge?

La disdetta contratto Telecom Italia è il diritto del cliente di non rinnovare un contratto stipulato in precedenza.

Diversamente, il recesso contratto Telecom è il diritto di interrompere un contratto ancora in essere, in anticipo rispetto al previsto.

In entrambi i casi le compagnie telefoniche non hanno alcun diritto di pretendere la penale dall’utente.

A dirlo è la legge Bersani che, dal 2007, ha stabilito che i clienti possano interrompere il contratto in qualsiasi momento e per qualunque ragione. Senza che questo comporti un esborso ulteriore di denaro.

 

Ricorda

Se hai firmato un contratto fuori dai locali commerciali (es. telefonicamente), hai 14 giorni per ripensarci (diritto di ripensamento). O addirittura 12 mesi se il tuo operatore non è stato trasparente nello specificare le modalità di recesso.

Se questo è ciò che ti è accaduto e la compagnia non vuole rispettare i tuoi diritti, noi possiamo aiutarti…contattaci!

 

– Perché disdettare contratto Telecom?

Esistono tantissimi motivi diversi per i quali gli utenti possono decidere di disdire un contratto Telecom. Ecco di seguito i più comuni:

  • morte dell’intestatario
  • guasti o disservizi (es. connessione internet lenta)
  • problemi di fatturazione
  • cambio gestore telefonico
  • modifiche unilaterali del contratto da parte della compagnia.

 

Lo sapevi che…

Puoi verificare la connessione della tua rete fissa (Adsl o Fibra) gratuitamente? Fallo su Ne.Me.Sys, il software messo a disposizione per te dall’Agcom.

 

Come fare la disdetta di un contratto Telecom?

Puoi disdire Telecom Italia facendone espressa richiesta al gestore, in forma scritta, tramite Pec, fax o raccomandata A/R.

Le informazioni necessarie, affinché l’operazione vada a buon fine, sono:

  • nome, cognome, codice fiscale e indirizzo di residenza dell’intestatario
  • numero (o numeri) di telefono da cessare
  • numero di linea o di contratto
  • indicazione della motivazione (cessazione della linea o migrazione ad altro operatore)
  • firma
  • documento di identità in allegato.

 

Come scaricare il modulo disdetta Tim?

Scarica il modulo disdetta Telecom Italia dal sito web della compagnia.

Se hai bisogno di un aiuto per compilare il documento, chiamaci e saremo lieti di darti una mano, gratuitamente!

 

Se la tua disdetta linea Telecom è dovuta al cambio gestore, ti consigliamo di evitare del tutto di inviare disdetta, perché la stessa migrazione concluderà il tuo rapporto con Tim per quell’utenza.

In caso di recesso o disdetta Tim – Telecom fisso, ricorda che tutti i mobili associati continueranno a esistere autonomamente se non specificherai l’intenzione di disdirli.

Se hai deciso invece di disdire una linea telefonica Telecom per morte dell’intestatario, allega il certificato di morte.

 

– Dove inviare la disdetta Telecom?

La richiesta di disdetta va inoltrata tramite Pec a telecomitalia@pec.telecomitalia.it. Oppure a mezzo raccomandata A/R a:

  • TIM Servizio Clienti Residenziali – casella postale 111 – 00054 Fiumicino (RM), se sei un cliente consumer
  • TIM Servizio Clienti Business – casella postale 456 – 00054 Fiumicino (RM), se sei un cliente business.

 

– Quanto tempo ci vuole per la disdetta Telecom?

La disdetta Telecom avviene normalmente entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta da parte della compagnia telefonica.

Per questo è importante conservare le ricevute di consegna di Pec o raccomandata.

Come sapere se la disdetta Tim è andata a buon fine? Basta attenzionare la fatturazione.

Se la richiesta è andata a buon fine, si devono aver ricevuto due fatture: la prima è quella corrente, la seconda è quella che chiude ogni conto in sospeso.

Quanto costa disdire un contratto Telecom?

La disdetta Telecom, così come previsto dalla legge Bersani, è “gratuita”. Nel senso che il cliente dovrà corrispondere all’operatore esclusivamente i costi “giustificati”, ovvero:

  • le spese sostenute dall’operatore per disattivare l’utenza
  • i costi di spedizione per l’eventuale restituzione di modem e altre apparecchiature in comodato d’uso
  • le rate rimanenti dei dispositivi acquistati.

La mancata restituzione dei dispositivi ricevuti a noleggio o in comodato d’uso comporta l’addebito di un’ulteriore spesa.