Vuoi fare un reclamo Kena Mobile – Kena casa che faccia valere le tue ragioni nel modo più efficace possibile?

Stai subendo un disservizio legato alla portabilità, un guasto, una connessione internet lenta o un problema di fatturazione?

Sei nel posto giusto!

Siamo un’Associazione di Consumatori che aiuta ogni giorno centinaia di utenti a risolvere i problemi telefonici con i Gestori.

Richiedi una valutazione del tuo caso e potrai:

  • ricevere tutte le informazioni per scrivere un reclamo veramente efficace
  • risolvere in breve tempo il problema
  • ottenere un indennizzo economico per il disagio subìto

Leggi cosa dicono di noi, gli utenti che hanno già risolto il loro problema dandoci fiducia:

 

📝 CONTATTACI SUBITO!

 

Continua nella lettura e scopri come compilare correttamente il tuo reclamo Kena Mobile.

 

 

 

Come inviare un reclamo a Kena mobile / casa

Reclamare a Kena è la prima cosa da fare quando si riscontra un problema o un disservio. Tale azione infatti mette a conoscenza il Gestore del disagio e lo obblIga a risolverlo.

La modalità più semplice è quella di chiamare il servizio clienti al numero 181 o inviare un messaggio nell’area utenti o sulle pagine Facebook e Twitter.

Però, noi ti raccomandiamo la forma scritta, attraverso l’invio di un modulo reclamo Kena (che puoi scaricare in fondo alla pagina). Questa modalità, per la nostra grande esperienza, è senz’altro quella più efficace perché permette di:

  • ricostruire i fatti in maniera ordinata e precisa
  • raggruppare le segnalazioni già fatte al Gestore
  • dare prova certa dell’invio e ricezione del reclamo a Kena mobile

Puoi fare un reclamo scegliendo una delle seguenti modalità:

  • Pec all’indirizzo segreteria@pec.noverca.com
  • Fax al 800 181 181 (mobile) – 800 147 369 (casa)
  • Raccomandata A/R all’indirizzo Noverca S.r.l., via della Valle dei Fontanili, 29 – 00168 – Roma
  • Mail all’indirizzo assistenzakenacasa@kenamobile.it

 

RICORDA
Inviato il reclamo, Carta dei Servizi alla mano, il Gestore dovrà risponderti entro 45 giorni con la stessa modalità che hai utilizzato tu (quindi per iscritto). Se dovesse farlo oltre tale termine o rispondendo con una modalità diversa da quella scritta o genericamente con frasi stereotipate o risposte evasive, dovrà riconoscerti un indennizzo economico per la mancata risposta al reclamo. Tale l’indennizzo – previsto dalla delibera 347/18 Cons., nella misura di € 2,50 al giorno e fino a un massimo di €. 300,00 – sarà calcolato in proporzione ai giorni di ritardo (oltre i 45 previsti).

 

Perché affidarti a noi

Siamo un’Associazione di Consumatori a tutela dei cittadini e grazie ai nostri avvocati specializzati nel settore della Telefonia e delle Pay – Tv facciamo la differenza tra l’agire da soli ed essere rappresentati.

Contattaci subito e senza alcun impegno ti forniremo un aiuto concreto per:

  • capire come affrontare correttamente il tuo problema
  • quantificare l’indennizzo economico a cui hai diritto, per il disagio subito
  • compilare il nostro fac-simile di modulo reclami Kena Mobile (che puoi scaricare più avanti) e che potremo spedire per tuo conto (vedi il nostro servizio gratuito di invio del reclamo con fax e pec)

Inoltre, se Kena dovesse negarti quanto hai richiesto:

  • ti assisteremo interamente nel contenzioso, attraverso il procedimento di conciliazione presso i Co.Re.Com. su conciliaweb. In particolare ci occuperemo della redazione delle memorie, del deposito dell’istanza e della sua trattazione(compresi i probabili rinvii), sgravandoti in tal modo da ogni pensiero
  • ti faremo ottenere i rimborsi che ti sono stati negati e l’indennizzo economico che ti è dovuto per legge

A questo punto, scarica il tuo:

📥 RECLAMO KENA MOBILE
per Mobile e Casa

  • Compilalo e invialo al Gestore, seguendo le modalità indicate al suo interno
  • inviane copia a telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it
  • comunicaci ogni informazione utile che ci aiuti a comprendere meglio il problema

Valuteremo se possiamo aiutarti nella risoluzione del problema e a quanto ammonta l’indennizzo economico che ti spetta per il disagio che hai subìto.

 

Richiedici assistenza

e saremo al tuo fianco!

📝 CONTATTACI SUBITO!


 

Per saperne di più

 

I problemi frequenti dei consumatori

Conoscendo bene l’inefficienza delle Compagnìe telefoniche, ci viene facile comprendere i sentimenti di rabbia e frustrazione di chi si ritrova a subire un disservizio e non riesce a reagire adeguatamente.

Difatti, non è certamente piacevole ritrovarsi a vivere un disagio e – nonostante le ripetute lamentele – non riuscire a venirne a capo.

Tra i casi più frequenti che ci vengono riportati quotidianamente dagli utenti, riscontriamo:

  • guasti alla linea telefonica
  • problemi alla rete internet
  • ritardo sulla portabilità del numero
  • fatturazioni doppie o maggiorate
  • disservizi per malfunzionamento
  • perdita del numero telefonico
  • mancata o ritardata attivazione della linea
  • mancato o ritardato trasloco
  • penali per recesso non dovute
  • mancata risposta ai reclami

Ecco perché – come meglio approfondiremo più avanti – diventa importante e conveniente avvalersi del nostro qualificato sostegno che è garanzia di una:

  • corretta procedura, già nella fase di compilazione del tuo reclamo Kena mobile – Kena casa
  • gestione del caso che porta al successo, senza costi vivi a tuo carico.

Praticamente da oggi potrai agire nella consapevolezza che, contro i colossi della telefonia, non sei più solo!

 

I consumatori e la logica del mercato

Noi consumatori siamo vittime inconsapevoli di un mercato in cui pochi Gestori gestiscono milioni di contratti e dove – seguendo esclusivamente la logica del profitto – i clienti sono soltanto numeri e non persone.

E difatti, i Gestori:

  • dicono di essere veloci nell’assistere il cliente ma, per risolvere anche un semplice problema – in questo caso l’assistenza Kena mobile / casa – impiegano settimane e, talvolta, mesi;
  • promettono risoluzioni rapide che, puntualmente, vengono disattese e rimandate più volte nel tempo;
  • inviano spesso messaggi precompilati e automatizzati con risposte generiche o non sufficientemente motivate;
  • il più delle volte, riconoscono indennizzi nettamente inferiori rispetto ai disagi realmente subìti.